EDIFICIO – VIA CASTELLANZA – MILANO

PROGETTAZIONE – DIREZIONE LAVORI – CSE

PROGETTO EDIFICIO RESIDENZIALE

DESCRIZIONE

Il progetto preliminare di un nuovo edificio prevalentemente residenziale, sviluppato all’interno dell’area racchiusa tra le vie Bolla, Castellanza, Parabiago, a Milano. La forma e la collocazione dell’edificio nell’area, la distribuzione degli spazi interni, l’organizzazione delle aree verdi e dei percorsi sono il risultato di una accurata analisi dei vari vincoli esistenti, nell’ottica di rendere l’intervento il più possibile migliorativo rispetto alla situazione esistente, e di inserire correttamente il nuovo insediamento nel contesto del “Quartiere Gallaratese”.

L’edificio presenta una forma a L, con i due bracci costituiti da due stecche di uguale profondità (12.40 m) e di lunghezza differente, rispettivamente 48 m e 71 m sul perimetro esterno. Il progetto si sviluppa su 14 piani fuori terra destinati a residenza, più un piano di sottotetti sul piano copertura. L’altezza del fabbricato dal piano della strada è di 48.30 m, pari al valore massimo previsto dalle norme tecniche di attuazione. Il piano più basso è ribassato rispetto al piano stradale di 2.15 m, ed è impostato  su una serie di pilotis che scandiscono i percorsi di accesso all’edificio; nel piano a pilotis è prevista la portineria.

L’edificio è dotato di 5 corpi scala a rampa elicoidale racchiusa da una vetrata di forma semicircolare, che si attestano sulla facciata principale di Via Castellanza sporgendo rispetto al fabbricato e rappresentandone un elemento caratterizzante. Sullo stesso  fronte,  sono previsti  in corrispondenza di  alcuni piani, ad intervalli verticali regolari, dei terrazzi dal profilo curvilineo concavo, che movimentano la facciata e caratterizzano l’angolo tra le due stecche. Il prospetto è caratterizzato da file di finestre  che si alternano a  logge a filo facciata disposte a coppie in blocchi a sviluppo verticale in corrispondenza dell’interasse tra i corpi scala,  pensate per  alleggerire il volume del fabbricato creando un gioco di ombre e per consentire uno “sfogo” verso l’esterno agli appartamenti.

Al fine di snellire la prospettiva dell’edificio è stata inoltre prevista la realizzazione di un loggiato continuo a filo facciata lungo tutto il quinto piano, protetto da un parapetto disposto per alloggiare una fila continua di piante di piccolo taglio.

Anche sul fronte interno verso il parco è prevista la realizzazione di loggiati ma in questo caso in aggetto anziché a filo facciata. Tali logge sono caratterizzate da una serie di grandi ovali sporgenti rispetto al filo dei parapetti, disposti in file verticali e sfasati in orizzontale, ideati come elementi di contrasto con  la linearità del prospetto per conferire un effetto di maggiore  dinamicità all’edificio.

DETTAGLI

Luogo: Milano
Anno:  2016
Tipo: Progettazione
Committenza: privata 
Entità: 15.900 mq